Vivere oltre la demenza

Cari amici, il calendario mi ricorda che sono “Chiuso”in casa da più di un mese, è duro accettare questa situazione, delle volte vorrei uscire, non sempre riesco a ricordare che è per il mio, nostro, bene stare in casa, ma la Demenza mi toglie anche questa paura, ansia, che magari attanaglia tutti voi.

Immagino anche la vostra pazienza con i vostri cari ammalati, lo sforzo che fate ogni giorno,è dura e lo sarà ancora per molto. Questa pandemia lascerà molto dolore in tutti noi,lo scandalo delle R.S.A. è una ferita aperta che non si chiuderà in fretta e ci sono dei colpevoli a cui chiedere giustizia, almeno affinché tutte queste morti non siano dimenticate. Io intanto sto continuando il mio diario e chissà un giorno forse scriverò un altro libro, anche se mi ero ripromesso di non scrivere più, ma di farlo proprio per far si che si ricordi la DEMENZA AL TEMPO DEL CORONAVIRUS.

Ne avete di storie da raccontare? Chi vuole mi contatti. Un abbraccio e che tutto finisca al più presto.

Ciao Antonio Candela

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.